Banda larga Ngn, accordo degli operatori

A cura della redazione - 12 November 2010
6.8k views

Alla fine è stata trovata la quadra, come direbbe Bossi. Telecom ha fatto un passo indietro e gli altri operatori hanno ridimensionato le loro richieste. E così è stato firmato un "memorandum d'intesa", cioè un documento preliminare che sostanzialmente rimuove i blocchi che impedivano la nascita di un'unica rete nazionale in fibra ottica con tecnologia Ngn (New generation network) per portare la banda larga ovunque nel Paese e poi utilizzabile da tutti gli operatori.

Il primo risultato sarà la costituzione di una società che si dovrà occupare di creare le infrastrutture cosiddette passive (gli scavi e la posa in opera dei cavi in fibra) nelle zone dove oggi la fibra non è ancora arrivata. Alle spese concorrerà (come richiesto un po' da tutti) anche la Cassa Depositi e prestiti che si limiterà tuttavia ad anticipare le spese che verranno poi rimborsate con i dovuti interessi.

Per quanto riguarda i lavori Telecom pare non abbia accettato interventi condivisi nelle aree dove ha già investito o ha già programmato interventi autonomi, ma ha fatto marcia indietro per le altre zone nelle quali a investire sono pronti gli altri operatori.

La decisione, cruciale, su come ci si regolerà una volta stesa la rete è stata quindi rinviata nel tempo. Importante tuttavia è che, rimossi i paletti e le pregiudiziali che bloccavano il progetto, adesso si posano muovere i primi passi.

-------- iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere notizie sempre aggiornate ---------

Vuoi sempre essere aggiornato su Banda larga Ngn, accordo degli operatori?
ISCRIVITI alla nostra newsletter

comments powered by Disqus





NON METTERE - Da Mediacom nuovi tablet PC Windows e Dual-OS

4 July 2017 - Rinnovata la gamma con il processore Intel Z8300.

LEGGI tweet  



Seguici su FaceBook Seguici su Twitter Visita il nostro canale YouTube Seguici su Google Plus Chatta con noi su WeChat