Microsoft aiutava Prism a spiare

di Christian Boscolo - 13 luglio 2013
8.3k views

Secondo il quotidiano The Guardian Microsoft avrebbe collaborato con il governo americano per facilitare l'intercettazione dei suoi utenti e, in particolari, quelli del nuovo portale Outlook.com. Coinvolta nelle rivelazioni anche Skype che avrebbe fornito accesso a Prism, il famigerato programma spia, per conversazioni audio e video.

Dal canto suo Microsoft ha respinto seccamente le accuse: "Non concediamo e non offriamo al governo nessun accesso diretto a nessuno dei nostri prodotti" e sottolinea di fornire dati relativi ai propri consumatori "solo in risposta a richieste del governo su specifici account".

Vuoi sempre essere aggiornato su Microsoft aiutava Prism a spiare?
ISCRIVITI alla nostra newsletter

comments powered by Disqus





NON METTERE - Da Mediacom nuovi tablet PC Windows e Dual-OS

4 luglio 2017 - Rinnovata la gamma con il processore Intel Z8300.

LEGGI tweet  



Seguici su FaceBook Seguici su Twitter Visita il nostro canale YouTube Seguici su Google Plus Chatta con noi su WeChat