Motorola risorge grazie a Moto G

di Andrea Puchetti - 13 August 2014
15k views

Motorola sta risorgendo dalle proprie stesse ceneri. Dopo la “scomparsa” dal mondo della telefonia, l’acquisizione di Google e poi quella di Lenovo, la casa alata è ritorna a respirare con un ottimo secondo trimestre.



Stando infatti ai risultati di ABI Research, Motorola ha aumentano le vendite rispetto allo scorso anno: sono stati 8,6 i milioni di smartphone venduti nel Q2 2014 contro i 6,5 milioni del Q2 2013. Il merito va di fatto attribuito a uno dei migliori telefoni attualmente sul mercato: il Moto G. Dopo il mezzo flop del Moto X, Motorola è stata in grado di lanciare sul mercato uno smartphone low cost dalle ottime caratteristiche tecniche a meno di 200 euro sbaragliando di fatto la concorrenza nella fascia bassa del mercato.

La casa alata non si è però adagiata sugli allori, a distanza di pochi mesi ha lanciato il Moto E, telefonino dal prezzo ancora più aggressivo (129 euro) in grado di riscuotere un buon successo nonostante la concorrenza dello stesso Moto G che nei giro di qualche mese è ovviamente calato di prezzo fino a raggiungere i 150 euro (prezzo online).

Come proseguirà Motorola? difficile dirlo, l’azienda si sta muovendo bene nella fascia bassa del mercato e difficilmente cambierà rotta: i telefonini low cost presentati risultano fluidi e senza compremessi grazie all’adozione di Android Stock. A breve dovrebbe essere lanciato il Motorola Moto G2, successore del Moto G che dovrebbe rivederne alcuni aspetti critici come ad esempio la fotocamera. Infine, alcuni rumors indicano che il Nexus 6 sarà costruito da Motorola.

Se siete interessanti al mondo della telefonia raggiungeteci sui nostri canal social per rimanere sempre aggiornati Facebook | Twitter

Vuoi sempre essere aggiornato su Motorola risorge grazie a Moto G?
ISCRIVITI alla nostra newsletter

comments powered by Disqus





NON METTERE - Da Mediacom nuovi tablet PC Windows e Dual-OS

4 July 2017 - Rinnovata la gamma con il processore Intel Z8300.

LEGGI tweet  



Seguici su FaceBook Seguici su Twitter Visita il nostro canale YouTube Seguici su Google Plus Chatta con noi su WeChat